“L’amante di Lady Chatterley” (David Herbert Lawrence)

Tra sottosuolo e sole

www.inmondadori.it

“La nostra è un’epoca fondamentalmente tragica, anche se ci rifiutiamo di considerarla tale. Il cataclisma c’è stato, siamo tra le rovine, ma cominciamo a ricostruire nuovi piccoli habitat, a riavere nuove speranze. È un compito non facile; la strada verso il futuro è piena di ostacoli che dobbiamo aggirare, scavalcare. Si deve continuare a vivere, anche se il cielo ci è piombato addosso.

Queste erano, più o meno, le sensazioni di Constance Chatterley. La guerra le aveva fatto crollare il mondo in testa. E lei aveva compreso che imparando si sopravvive”.

(David Herbert Lawrence, “L’amante di Lady Chatterley”)

Devo iniziare quest’articolo con un’ammissione di colpevolezza. Avevo pregiudizi molto negativi contro “L’amante di Lady Chatterley”, pensavo potesse essere un romanzo mieloso oppure, al contrario, un’accozzaglia di oscenità gratuite. Il fondamento di questo pregiudizio? L’ignoranza, intesa nel senso che ignoravo il romanzo stesso, che sin dalle prime pagine ha cominciato a…

View original post 656 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: